L’abito nuziale di Charlene e Alberto di Monaco

L’abito nuziale di Charlene e Alberto di Monaco

0 3.798 views
immagine tratta da shoppingdonne.it

I più appassionati di gossip avranno sentito le voci che giravano sul matrimonio di Alberto di Monaco e Charlene che li volevano separati per le nozze perché Alberto – si diceva – aveva da poco avuto un bambino da un’italiana.

Per fortuna, nulla ha turbato il giorno più bello dei due reali monegaschi. Ma passiamo alla cosa che interessa di più le sposine: l’abito di Charlene. Come era l’abito di nozze della sposa di Monaco?

Il vestito di sposa di Charlene

Charlene, da poco diventata Sua Altezza Serenissima, è arrivata all’altare accompagnata dal padre Micheal. Visibilmente emozionata, la sposa era raffinatissima. Elegante e semplicissima, nel suo vestito bianco candido firmato Armani, Charlene ha lasciato il mondo intero a bocca aperta. Lo strascico lungo e il velo leggero che le copriva il viso hanno chiuso questa mise candida.

Sette graziose damigelle l’hanno accompagnata lungo la navata, calpestando l’imponente tappeto rosso di 103 metri.Seta bianca opaca questa è la tinta dell’abito nuziale. Lungo e dalla linea morbida, che cade leggermente sui fianchi e che avvolge il corpo come una nuvola fluttuante, l’abito è arricchito da un incrocio sul davanti che da movimento all’intera figura.

Ben 40.000 cristalli Svarovsky impreziosiscono il vestito. A questa lucentezza insperata si aggiungono 30.00 perle dorate. Ma, se è vero che il gioco di equilibri tiene sempre le fila di ogni cosa e rende tutto perfetto, Charlene lo sa e ne fa il suo stile.

Nessun gioiello, infatti, compare sul viso della sposa, quasi avesse voluto bilanciare tanta abbondanza nell’abbigliamento. Solo il fermaglio di brillanti tra i capelli donava un tocco di leggiadria scintillante. Tra le mani un piccolo bouquet bianco a sottolineare la volontà di stupire con la classe che le è innata.

L’anello

L’anello scelto da Alberto per Charlene è stato disegnato da Alberto Repossi, lo stesso a cui fu affidata la realizzazione dell’anello di Diana da parte di  Dodi Al Fayed.

Il ricevimento

Dopo la cerimonia religiosa e la visita alla chiesa di Santa Devota, i due freschi sposi si sono recati al casinò di Montecarlo, dove si è tenuto il ricevimento nuziale. Il banchetto si è concretizzato in una cena preparata dallo chef francese Alain Ducasse.

Balli e fuochi d’artificio per concludere una serata che ha segnato la storia del Principato di Monaco e che ha fatto sognare tutte le donne e, perché no, anche tutti gli uomini!

SIMILAR ARTICLES

0 11.523 views

0 7.079 views

0 7.249 views

0 7.218 views

NO COMMENTS

Leave a Reply