Lo sposo e la sposa di Armani

Lo sposo e la sposa di Armani

0 8.603 views

E’ vero che i modelli di abiti da sposo sono molto meno fantasiosi rispetto a quelli da sposa, ma l’eleganza va cercata, scelta e vestita con eguale attenzione. Di solito l’uomo può scegliere tra un completo due pezzi o a tre pezzi, lo smoking e il tight. In questo tipo di occasioni, bisognerebbe, in realtà, evitare gli spezzati, ma le regole sono fatte per essere trasgredite!

Gli abiti da sposo di Giorgio Armani

Marchio di inestimabile valore qualitativo e stilistico, Armani è il top per quanto riguarda la moda degli abiti da sposo. Chi veste un abito Armani è elegante, sicuro, classico e moderno al contempo. Si, perché Armani sa come mettere d’accordo il taglio tradizionale e le ultime tendenze, creando un ibrido di sicuro successo. Il massimo della finezza è lo smoking monopetto due bottoni con revers in satin.

Completo rigato, con il taglio del pantalone che veste perfettamente la gamba con la sua linea semplice e diritta per lo sposo Armani. La camicia bianca, accompagnata dall’inevitabile cravatta grigio chiara e dal fazzoletto color seppia nel taschino, completano il tutto.

Giacca e pantalone blu per l’altro modello della collezione che, come il precedente, non dimentica di giocare con i toni chiari della cravatta, abbandonando il vecchio abbinamento abito scuro-cravatta scura che appesantisce la figura e non ne slancia il collo.

Gli abiti da sposa Armani

Non è possibile citare questo grande stilista senza soffermarsi sui suoi  modelli della sposa 2010. I tessuti leggeri, rigorosi e semplici si mescolano alla perfezione unendo, ancora una volta, tradizione e innovazione in due modelli spettacolari presentati per il Grande Giorno. La seta bianca si modella su un abito lungo, con uno spacco vistoso ma mai volgare che lascia scoperta la gamba nella passerella.

Il drappo candido , poi, ricade dolcemente sulla stessa gamba fermato da una bretella monospalla in un tessuto color argento che prende la forma di fiori inanellati. Un velo ampio e senza riami ne innesti di sorta copre il capo della sposa, dando un senso di leggiadra innocenza che lascia sbalorditi.

Più moderno l’abito dalla tinta rosa pastello. Un corpetto movimentato da un incrocio di stoffa fascia il seno della sposa per poi terminare in una gonna ampia e vaporosa che parte dal ginocchio e si dinamizza in balze ricce. Il velo è della stessa tinta, ma in un tessuto più leggero, quasi trasparente, che si bilancia bene con la mancata policromia dell’intero vestito. Fermato sul capo da un innesto color argento che illumina il volto, è più un accessorio indispensabile a completare l’abito che un mero retaggio religioso.

SIMILAR ARTICLES

0 13.727 views

0 7.198 views

0 7.372 views

0 7.317 views

NO COMMENTS

Leave a Reply