Come sposarsi secondo la tradizione

Come sposarsi secondo la tradizione

0 5.404 views
nuovo vecchio blu matrimonio

nuovo vecchio blu matrimonioNon è vero ma ci credo. Anche gli scettici più incalliti cedono alla tentazione della scaramanzia se c’è in ballo il proprio matrimonio. Per la sposa valgono una serie di “precauzioni” da prendere se vuole che le sue nozze siano l’inizio del “vissero felici e contenti”.

La chiesa in cui si svolgono le nozze è quella della sposa. Non che per esigenze di sorta non ci si possa muovere diversamente, ma sarebbe preferibile che fosse così.

Lo sposo non può vedere l’abito della sposa prima del giorno delle nozze, ma non vale il contrario. Probabilmente il rituale affonda le sue radici nel simbolo di verginità, illibatezza, di inviolato che il bianco rappresentava.

Qualcosa di prestato, di nuovo, di vecchio, di blu

indossare qualcosa di prestato, qualcosa di vecchio e qualcosa di blu. Non è ancora chiaro perché questi tre elementi serpeggino sotto le veste di tutte le spose, ma è così. Per il blu, in genere, si sceglie un reggicalze o una guepiere. Comunque, un indumento da lingerie. Il blu era, nell’antichità, il colore dell’abito da sposa e, di conseguenza, il colore della purezza.

Il vecchio e il nuovo segnano metaforicamente il passaggio dalla vecchia alla nuova vita: indossate un oggetto a cui tenete particolarmente perché è importante che nel primo giorno della vostra nuova vita da sposate abbiate con voi qualcosa a cui teniate davvero. Il nuovo, naturalmente, è l’emblema della nuova unione e, siccome quell’unione sarà il motivo per cui avete messo su tutto quel bailamme, non badate a spese!

Non sposarsi di Martedi e Venerdi

Non c’è da accantonare un altro detto che riguarda le spose e la loro cerimonia: “Di venere e di marte non si sposa, non si parte e non si da inizio all’arte”. Quindi niente date che cadano di martedì o di venerdì: si dice siano giorni sfavorevoli per dare il via ad un progetto importante, anche se non si stratta del proprio matrimonio, ma a maggior ragione per questo è bene stare attenti alla scelta!

Regalo al genero e alla nuora

L’ultimo punto vale, soprattutto, per le spose del sud Italia, dove, si sa, le tradizioni sono ancora più radicate. Prima di tutto è buon auspicio che i genitori di ciascuno dei due coniugi facciano un regalo al genero o alla nuora. Il dono viene scambiato nel ristorante, prima che inizino le portate del pasto. Ma prima che si arrivi a questo, c’è un altro passo da compiere.

La mattina del matrimonio, la suocera si presenta a casa della nuora con un bouquet di fiori che la sposa dovrà gelosamente conservare. Se non siete del sud, dormite pure sonni tranquilli! Non c’è da lamentarsi se si pensa alle tradizioni dei paesi della ex Jugoslavia, dove le suocere assistono alla prima notte di nozze per dare consigli…

SIMILAR ARTICLES

0 6.368 views

0 9.411 views

NO COMMENTS

Leave a Reply