Matrimonio: come si dividono le spese?

Matrimonio: come si dividono le spese?

0 4.376 views

In un vecchio film con Totò e Aldo Fabrizi i due attori comici, padri di due giovani intenzionati a sposarsi, litigavano su come dividersi le spese del matrimonio, citando tradizioni e facendo appello a possibilità economiche possedute o meno.

Da allora se ne è fatta di strada, eppure certi riti sono duri da scalciare. Oggi alcune situazioni mettono gli sposi nella condizione di provvedere da sé al costo delle nozze, soprattutto se il “si” è preceduto da un lungo periodo di convivenza. Ma se volessimo procedere con canone alla mano, a chi spetterebbero le spese delle nozze?

Famiglia della sposa

La famiglia della sposa deve provvedere per:

  • Le partecipazioni e gli inviti di nozze da spedire agli invitati almeno due o tre mesi prima della data fissata.
  • Le confezioni di confetti da offrire agli invitati nel momento successivo al taglio della torta nuziale, quelle, insomma, che solitamente si accompagnano alla bomboniera;
  • Le bomboniere da donare a tutti gli ospiti che hanno partecipato alla cerimonia e anche a quelli che non sono venuti di persona, ma che erano stati invitati;
  • Il corredo della casa, inteso in termini di coperte, lenzuola, asciugamani, set di pentole e bicchieri e quant’altro serva alla quotidianità dei giovani sposi;
  • Le spese per la cerimonia, compresi gli addobbi floreali, la musica, il rinfresco e l’eventuale affitto del locale o della villa in cui avverranno i festeggiamenti;
  • Il servizio fotografico, corredato, a seconda della volontà degli sposi, anche dal filmino;
  • Il regalo allo sposo, preferibilmente in oro: dovrà durare tutta la vita.

Famiglia dello sposo

Le spese  a carico della famiglia di lui sono:

  • Il bouquet della sposa, che, dove resiste l’usanza, la suocera dovrebbe portarle la mattina stessa delle nozze;
  • Ifiori per il revers della giacca dei testimoni;
  • Il viaggio di nozze;
  • L’acquisto della casa coniugale con tanto di arredamento. Secondo una tradizione un o’ più antica, in realtà, i mobili a carico della famiglia dello sposo non riguarderebbero la camera da letto, ad eccezione del materasso. Dovrebbe essere la famiglia di lei ad acquistare i complementi della stanza degli sposi, lasciando ai consuoceri solo l’incombenza del materasso.
  • Regalo alla sposa.

Queste sono le regole generali, ma è ovvio che non si può pretendere di seguirle fiscalmente. Sarà la famiglia più facoltosa ad accollarsi anche qualche spesa che non le compete. Il consiglio, comunque, è di far partecipare, per quanto è possibile, le due famiglie in modo equo. Con il tempo potrebbero sorgere questioni legate a vecchi rancori per una spesa destinata ad una delle due ma accollata da un’altra!

SIMILAR ARTICLES

0 8.018 views

0 11.738 views

0 3.732 views