buffet in piedi o pranzo di nozze? la scelta del rinfresco

buffet in piedi o pranzo di nozze? la scelta del rinfresco

0 10.246 views

Quando si decide di sposarsi, la prima domanda di fronte alla quale si trovano i due sposi è: quale tipo di rinfresco scegliere? Meglio un buffet in piedi, un pranzo tradizionale o magari una cena? Prima di pensare a quali sono i gusti personali – che di certo incidono, ma non dovrebbero essere determinanti -, bisogna tener conto degli invitati e della loro fascia di età.

Le cose cambiano non poco se alla cerimonia parteciperanno per lo più giovani o anziani, se il numero degli sopiti è ingente o esiguo, se le nozze, infine, sono fissate per il pomeriggio o per la sera.

Il pranzo e la cena tradizionale

Questa è la tipologia di rinfresco preferita dalle coppie che si sposano tra le 11.00 e le 17.00. Si caratterizza per un ampio numero di portate, che varia nei gusti a seconda delle specialità dei luoghi. Si tratta dell’opzione migliore soprattutto se tra gli invitati ci sono delle persone anziane. Per loro, più che per gli altri, sarebbe scomodo fare da vagabondi per tutto il giorno, piattino in una man e borsetta nell’altro. Se scegliete il pranzo o la cena tradizionale, i tavoli saranno assegnati e ci saranno i camerieri che gireranno per distribuire le pietanze.

Il banchetto

Un grande tavolo allestito, magari all’aperto, con aperitivi e antipasti, ma anche con portate più “importanti”. In questo caso i tavoli non sono assegnati ma disposti qua e là nello spazio a disposizione. I primi sono seguiti da un sorbetto e da un solo secondo. Alla fine, il grande trionfo del buffet di dolci allieta il palato e gli occhi. Il banchetto così organizzato è l’ideale per chi ha pochi invitati, per lo più amici.

Il buffet in piedi

Molto di moda, il buffet in piedi è adatto alle cerimonie che si tengono tra le 15.00 e le 16.00. Sono soprattutto i giovani ad essere attratti dal buffet in piedi, perché più informale e gioviale. Anche se si definisce “in piedi”, il banchetto non prevede che gli invitati stiano tutto il tempo senza sedersi nemmeno un attimo. I tavoli e le sedie sono disposti “ad isola”, cioè in modo sparpagliato e per nulla lineare, quasi si trattasse di un brunch tra amici. Spesso, al termine del banchetto, una serata danzante attende gli ospiti che si dimeneranno fino a notte fonda!

La scelta finale

Saranno, senza dubbio, i vostri gusti ad avere la meglio, ma prima di fare la scelta definitiva valutate bene tutti i fattori perché, in fondo, il dovere di ospitalità vuole che gli invitati siano messi al primo posto! Quindi accantonate l’egoismo e pensate anche a quello che può far star bene gli altri!

SIMILAR ARTICLES

0 7.840 views

0 11.501 views